Leggendo… Gomorra

Un libro sconvolgente per chi certe cose non le sa, interessante per chi le sa, irritante per chi le vive o le ha vissute quotidianamente.
Gomorra è uno di quei classici libri che dicono la verità. E che si crogiolano in questa cosa, ci navigano con piacere. Scritto molto bene, con fare giornalistico, accessibile ai più. Ed è questa la sua forza maggiore. Credo che Saviano non abbia mai pensato di scrivere un libro ‘importante’ stilisticamente. Il libro è una lunga serie di articoli, di riflessioni che tutti, ma proprio tutti, possono leggere e capire. E se lo scopo era quello Saviano c’è riuscito benissimo.
Quello che ci descrive è un viaggio, come dice il titolo; entriamo con lui nei meccanismi della camorra che, scopriamo, sembra avere il potere assoluto su tutto. Mi sono meravigliata di come tutto, o quasi, non solo in Campania sia controllato dal ‘sistema’, mi sono arrabbiata ad un certo punto per la mia sottomissione mentale a questa situazione, per la sottomissione di interi paesi. Sottomissione fasulla poi, perché la camorra per molti è vita, stipendio, assistenza, cibo.
Ma col senno di poi mi sono chiesta: quanto male ha fatto questo libro alla camorra?
Secondo me veramente poco.
La camorra è un sistema sociale, fin troppo taciuto e fin troppo comodo e nella filosofia del “nel bene o nel male, l’importante è che se ne parli”, il rischio è che per i camorristi convinti questo libro, che descrive il loro potere profondo, enorme, diffuso, può essere anche un motivo di orgoglio. Una sorta di rivincita e riconoscimento della loro importanza nella società.
Io non l’ho interpretato così ovviamente, e faccio i miei complimenti sinceri a Saviano, per il coraggio che pochi hanno di raccontare una società malata e, purtroppo, incurabile.

3 commenti su “Leggendo… Gomorra

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.