La storia infinita di Michael Ende

storia infinita

Chi di quelli nati negli anni Ottanta non conosce Bastiano, Atreiu e Falkor (Fùcur è il nome originale nel testo). Chi non ha visto almeno cento volte il film La storia infinita?
A tutti quelli che l’hanno amato consiglio il libro di Michael Ende, dal titolo omonimo, da cui la storia è tratta.
Il libro uscito nel 1979 è chiaramente un libro per ragazzi in cui si intrecciano sapientemente tutta una serie di storie: quella di Bastiano, che si rifugia nella soffitta della sua scuola per leggere un libro rubato al signor Coriandoli; la storia del Regno di Fantàsia e delle avventure di Atreiu. Nella versione originale ogni storia era scritta in un colore diverso, purtroppo nelle versioni economiche questo particolare è andato perso.
Il libro che ruba Bastiano racconta del regno di Fantàsia che sta per essere ingoiato dal Nulla e che può essere salvato solo dal prescelto Atreiu. Così cominciano le magiche avventure attraverso regni fantastici e incontri con i personaggi più strani per salvare Fantàsia e l’imperatrice bambina.
E mentre ci appassioniamo alle avventure di Atreiu e del fedele Fùcur, assistiamo alla magia della lettura: Bastiano viene trascinato dentro il libro che sta leggendo e da lettore ne diventa protagonista.
La storia infinita è un ‘libro nel libro’ in cui vengono capovolte le strutture classiche della costruzione letteraria. Il lettore diventa personaggio, si perde nel libro e ne diventa protagonista e poi ritorna ancora lettore. Allo stesso tempo, però, è personaggio della sua storia di solitudine e di incomunicabilità col padre, nonché personaggio della storia che stiamo leggendo noi. Il complesso intreccio creato dall’autore rende il testo un vero e proprio gioiello della narrativa per ragazzi europea.
La storia infinita è il libro da leggere per tornare all’infanzia, per tornare a correre con la fantasia. È un libro che trasmette valori indispensabili che è bene sì insegnare ai ragazzi, ma è molto meglio non dimenticare neanche da adulti: l’amicizia, la comunicazione tra genitori e figli, la tolleranza per e con il diverso.
Un libro dalla traboccante tenerezza in cui è la fantasia a farla da padrona.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.