La ragazza fantasma – Sophie Kinsella

La ragazza fantasma è la storia di Lara Lington, una ventisettenne londinese con una vita alquanto disastrosa. La sua società di Head hunting è sull’orlo del fallimento, il suo ragazzo l’ha lasciata e si ritrova costretta ad andare al funerale di una prozia morta a 105 anni che non ha mai conosciuto.

Ed è al funerale che la sua vita cambia perché, tra la noia e la fretta di liberarsi di quella parente scomoda, Lara incontra proprio Sadie, il fantasma della sua prozia che in completo stile anni Venti, con la sua filosofia pronta all’uso, in caso di momenti tragici (“Vai a testa alta, sfodera un sorriso smagliante, preparati un piccolo cocktail… ed esci di casa”), travolge completamente la sua vita.

Sadie deve trovare una collana per poter trovare ‘la pace’ e Lara è l’unica che la vede e quindi l’unica che può cercarla per lei.

Così la costringe a interrompere il funerale, a inventarsi una scusa surreale e a cominciare la ricerca. E in questa ricerca confusa, spassosa, vengono a galla misteri irrisolti, segreti di famiglia e soprattutto la vita di Lara viene scossa dal vento degli anni Venti e dall’energia irrefrenabile dell’amica fantasma.

Il finale ovviamente è scontato. La collana sarà trovata, Lara trova l’amore, il lavoro va a posto e tutta la famiglia è felice.

È una storia romantica ‘per donne romantiche’, che rispecchia perfettamente lo stile della Kinsella che abbiamo già apprezzato con l’esilarante saga di I love shopping.

Una lettura leggera, veloce, che distrae dal traffico cittadino mentre si è nell’autobus e rilassa la sera a letto dopo una giornata stressante. I libri della Kinsella non sono capolavori, ma la scrittrice ci offre la preziosa possibilità di volare con la mente in una Londra magica e, in questo caso, negli effervescenti anni Venti. In fondo le storie d’amore sono sempre belle e le vite delle protagoniste immaginate da questa scrittrice si rispecchiano quasi sempre nel ‘reale’, con i problemi economici, d’amore e di lavoro.

Tutte noi avremo bisogno di una Sadie fantasma che ci dia la carica e che ogni tanto sussurri alle orecchie delle persone quello che vorremmo facessero per noi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.